Bisbino

domenica 11 ottobre

Mentre il treno sferraglia verso Milano accumulando minuti su minuti di consueto ritardo, non riesco ad addentrarmi nella lettura del libro che giace sulle mie gambe. La trama non sembra accattivante e il chiacchiericcio insistente delle vicine sono validi motivi per distogliere lo sguardo da quell’insieme di simboli che imbrattano il candore del foglio.

E lo sguardo non può che volgere alla pianura che sto attraversando: una sequenza di case basse è solo interrotta da qualche capannone o dalla striscia d’asfalto dell’autostrada; qua e là qualche albero sparuto ricorda tempi antichi in cui le foreste ricoprivano il milanese. Il cielo è incredibilmente limpido mentre il sole illumina le geometriche pareti del Dom. Sento il richiamo dell’alta quota e il ricordo della salita del Lenzspitze torna a farsi vivo: ora la montagna è custodita dall’imponenza delle due gemelle alla sua sinistra, mentre la massa dell’Alpubel guarda poco lontano crogiolandosi nella sua corpulenta massa glaciale. La Est del Rosa appare come imbronciata, scura in volto, in fremente attesa dei primi fiocchi che ne imbiancheranno i canali. [continua]

2 Risposte a “Bisbino”

  1. da quando sei pendolare?
    eh si, le giornate di favonio, con i bei panorami che si vedono dal treno, sono sempre un’ottima fonte di idee montanare

  2. eh, oramai da metà aprile…
    è finita la pacchia! ora si lavora (però almeno il portafogli piange di meno! eh eh)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: