Val Masino: pizzo del Ferro Orientale (Sondrio II)

domenica 13 e 20 marzo

FOTO

Il caiano vero oramai è una razza rara. Non è per nulla facile trovare qualcuno disposto a levatacce assurde, portare gli sci in spalla e poi spararsi diverse ore di pelli dove non si trova anima viva. Così parto nuovamente da solo per cercare di chiudere i conti con questa montagna. Già a san Martino però le rosee aspettative iniziano ad offuscarsi nella coltre grigia che sommerge le cime. L’ottimismo però non cede il passo e, confidando in una promessa schiarita, carico gli sci in spalla e inizio a salire su per il sentiero. Tutto sommato la salita non va male: riesco a infilare gli sci quando sono ancora nel bosco per poi salire lungo il percorso di discesa dove mi gusto una lotta col pendio forse un po’ troppo ripido. Alla fine, vinco la battaglia, raggiungo i pendi sovrastanti e rapidamente guadagno quota verso il bivacco. Peccato solo che la promessa schiarita sembri aver girato i tacchi facendomi ben presto trovare avvinghiato nella stess morsa nebbiosa che avvolge i picchi soprastanti. A quel punto, è ormai chiaro che il secondo tentativo naufragherà in un nulla di fatto ma, almeno, cerco di raggiungere la tolla di latta giusto per definire un punto certo d’arrivo. L’altimetro segna la quota giusta, la zona più o meno è quella ma del bivacco nessuna traccia: forse che sia stato fagocitato dalle nuvole? Mi arrendo all’ulteriore sconfitta e, non riuscendo a capire cosa ci sia a un centinaio di metri di distanza, cambio assetto e inizio la discesa. La neve è pessima, con una crosta non portante che cede praticamente ogni volta che cambio direzione. Il risultato è che sono più le volte che mi trovo per terra rispetto a quelle in cui rimango sui legni. Riesco comunque a scendere fin sotto i 1500m quando, cioè, gli sci iniziano a chiedere pietà grattando ripetutamente sulle rocce. Così, dopo aver mancato la cima, la val del Ferro delude anche le aspettative sciistiche segnando la chiusura di un week end quantomeno rivedibile.

Non mi do però per vinto e, una settimana dopo, sono ancora da queste parti a ritentare la vetta col Ricky che ha colto la sfida o, forse, si è fatto intortare nell’ennesimo progetto masochista. Il caianesimo batte ancora! [continua]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: