Archivio per galbiate

Galbiate

Posted in falesia with tags on agosto 25, 2008 by fraclimb

domenica 24 agosto

Nonostante il tempo favorevole per salite in quota, sono costretto ad una falesiata causa mal di schiena provocato da uno strappo in settimana al Sasso Remenno (o meglio, sul masso di Goldrake tentando un 7a).

Comunque la giornata trascorre tranquillamente tra un tiro e l’altro del settore Anfiteatro e una breve incursione a Black Macigno per riscaldarci (in questa zona sono stati aperti diversi tiri nuovi, con difficoltà riportate sulle tabelle esplicativa in loco). Con il Clod, salgo il Signore dei Tranelli (RP, avendola già tentata tempo fa) e i due tiri nuovi sulla sinistra: Free Tibet (flash) e in Casa d’Altri.  Il primo presenta un muro finale continuo, ma non eccessivamente difficile; il secondo ha un singolo su piatti leggermente svasi e piuttosto lontani che mi è sembrato piuttosto cattivello.

Poi abbiamo provato Manimal; al secondo giro (quello che mi è venuto meglio) sono riuscito a completare il tiro, eccetto per un passo che mi è risultato particolarmente ostico: superamento di un muretto con appoggi minuscoli e molto scivolosi. Da segnalare, infine, lo stato di grazia del Clod che riesce a portare la corda,  senza troppe difficoltà, su due 6b e prova da primo il 6c+ (riuscendo nel passo che ha impedito la mia RP)!

Annunci

Galbiate

Posted in falesia with tags on febbraio 18, 2008 by fraclimb

sabato 16 febbraio

La consueta visita del sabato ad una falesia mi ha portato a Galbiate in compagnia di Luca; la temperatura mattutina non era la più indicata per l’arrampicata a causa della nuvolosità presente e infatti nei primi tiri ne abbiamo risentito. Abbiamo salito alcuni tiri tra il settore l’orecchia e quattro tracce e quindi ci siamo spostati alla placconata.

Memore del Lariosauro, ho voluto ripetermi su il fossile (6c); sono arrivato in catena (dopo aver superato l’impronta di una conchiglia che da il nome al tiro) al primo tentativo e senza resting. Avevo già provato il tiro un anno fa, quindi non è da considerare come una on sight vera e propria (anche se effettivamente non mi ricordavo molto i passi), ma piuttosto una RP. Ci siamo spostati poco più a sinistra, dove ho provato l’edera (6c): l’idea era quella di tentare un’altra salita a vista. E così, davanti a un passo duro, (movimento su tacche con appoggio alto per il piede) ho faticato non poco, sperando poi di raggiungere una buona presa dove riposare. Purtroppo di buoni appigli non ce n’era neppure l’ombra: piuttosto un susseguirsi di tacchette, svasi e cattivi rovesci. Riesco a salire per un paio di resinati (fortunatamente vicini!), ma nel superare la placca leggermente strapiombante, desisto e mi appendo alla corda. La on-sight è sfumata e così ripeto i resting anche successivamente (su terreno un po’ più facile) essendo preso da “ghisite” acuta al braccio destro che, praticamente, non tiene più nulla! In conclusione: è un tiro decisamente più duro del precedente, ma anche rispetto quelli del Lariosauro; siamo sicuri che sia 6c?

Nota: i due tiri di 6c sono recenti e non sono riportati sul sito a cui rimando per le relazioni (si trovano sulla destra in corrispondenza dei resti di un paio di strutture diroccate); sono riportati comunque nome e difficoltà sulla roccia. Nella nuova edizione della guida non trova posto il fossile mentre l’edera è dato 6c+…! 

Galbiate

Posted in falesia with tags on novembre 28, 2007 by fraclimb

domenica 25 novembre

Questo week-end ci si è dovuti accontentare a causa delle condizioni meteo impietose. Già al sabato è saltata la tradizionale visita ad una falesia per la persistente pioggia.

Domenica l’alternativa era tra una ravanata con gli sci (sarebbe stata la prima della stagione) o un giro in falesia. Io e Claudio abbiamo optato per i monotiri di Galbiate. Le pareti erano decisamente intrise d’acqua, ma fortunatamente alcune vie erano praticabili. Ci siamo quindi fermati in un settore medio-facile (a destra della “Placconata”), non solo perchè presentava un buon numero di vie scalabili, ma anche per causa di forza maggiore (leggi: gnocca arrampicante!). Dopo un paio di 5c (con partenze un po’ umide) ci siamo spostati verso un magnifico tiro di 30m frutto del concatenamento di un 5c e un 6a+, con passaggio chiave in placca piuttosto in alto e uscita sfruttando una bella canna. Un tiro molto interessante che merita sicuramente di essere scalato.

Poi abbiamo fatto un po’ gli zingari, spostandoci tra un settore e l’altro. Abbiamo provato a salire un tiro di 6b in un settore nuovo (tra l’Orecchia e il Muro Giallo): peccato che il chiave (un allungo verso una presa verticale per la destra) avesse l’appiglio completamente lavato! Ma fortunatamente, con un bel A0 classico, siamo arrivati in sosta. Poi con la corda dall’alto ho provato il passo, peccato che mi sia sfuggita la presa con conseguente volo!

Ancora girovaghi, verso il Muro Giallo, per scoprire che tutte le vie erano bagnate; o meglio, le vie provabili erano bagnate, perchè un paio di 7a nonchè il 7c+/8a erano asciutti! A dire il vero il 7a si potrebbe anche tentare, come grado, ma magari con gli spit più ascellari!

Allora giriamo i tacchi e torniamo verso la Placconata dove chiudo quasi a vista un 6b (peccato per il resting sull’ultimo spit, ma del resto se non vedi gli appigli…), poi salgoun tiro a fianco (6a+?) un po’ bagnato e alla fine provo un altro 6b, ma dopo un breve volo desisto e ritorno sulla terra ferma.

Alla fine il tempo è stato clemente, regalandoci anche un’occhiatina di sole al mattino, per poi tornare a coprirsi nel pomeriggio quando anche la temperatura è un po’ calata. Speriamo nel prossimo week-end!