Azzorre: Montanha do Pico (Portogallo)

mercoledì 24 agosto

RELAZIONE pdf

FOTO

Trovare in mezzo all’oceano Atlantico qualcosa che soddisfi l’aquila non è apparentemente facile eppure, quando scopro che le Azzorre sono delle isole e non solo il nome dell’anticiclone e che lì si trova la vetta più alta del Portogallo nonché la cima sopra i 2000 metri più a ovest d’Europa, riesco anche a tranquillizzare il mio lato caiano già in stato di febbrile ebollizione al solo sentir parlare di mare! Così focalizzo le mie energie mentali sulla salita riuscendo ad abbindolare proprio quel mio lato che vorrebbe trovarsi sempre tra crode e punte aguzze fino all’arrivo del gran giorno. Ci alziamo più presto del solito, se non altro per avere tempo per cercare un posto dove fare colazione e riempire gli stomaci di dolciumi vari proseguendo anche nel gettare solidi basi al mio futuro di diabetico! Riempiti quindi i sacchi degli stomaci con un pieno di energia più che sufficiente per fare direttamente dal mare al Pico almeno un paio di volte, finalmente ci decidiamo a levare le mie flaccide chiappe e quelle sode di Micol dal locale per poi posarle sulla Yaris e spararci i 1200 metri che ci separano dalla partenza della salita. Così partiamo verso il nulla, verso il selvaggio entroterra, passando evidentemente attraverso qualche porta spazio-temporale che, nel giro di un attimo, ci catapulta tra pascoli svizzeri e mucche al pascolo. Solo la flemma delle vacche svaccate pare l’unico distinguo dalle teutoniche compagne: le portoghesi infatti si piazzano tranquille in mezzo alla strada forse per evitare di inzaccherarsi gli zoccoli di fango e terra e formando così un muro di chiappe, tette e corna da cui non riescirebbe a passare neppure uno spillo. Strombazzo senza ottenere alcun risultato finchè l’emisfero caiano del mio cervello si sveglia dal torpore resuscitando forse dal coma marino proprio grazie alla mandria di bovidi e ai pascoli elvetici. [continua]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: