Archivio per agosto 3, 2016

Corno di Canzo orientale: Stella Alpina (triangolo lariano, Lecco)

Posted in vie alpinistiche su roccia on agosto 3, 2016 by fraclimb

domenica 24 luglio

RELAZIONE pdf

FOTO

Mi sarei dovuto trovare da tutt’altra parte, impegnato su una parete ben più imponente e gloriosa di quest’ammasso roccioso che, dalla base, sembra solo una falesia un po’ troppo cresciuta. Ma appunto il tempo avverso del sabato e l’instabilità dei giorni successivi hanno sconvolto i piani: ieri mi sono limitato a guidare speranzoso fino a Padova per poi fare inversione e riattraversare mezza pianura padana dopo aver scoperto che in zona Civetta pioveva! La società autostrade e le case petrolifere ringraziano!

Così oggi ci troviamo ad assecondare le bizze meteorologiche scegliendo una meta vicina a casa ma soprattutto che non richieda sveglie ad orari antidiluviani: credo che lo smacco subito abbia avuto degli inattesi contraccolpi negativi. Quando quindi il Giaguaro mi propone i Corni di Canzo, se sono comunque caianamente interessato, è soprattutto l’opportunità di dare ascolto al mio lato pigro a convincermi ad accettare. Partiamo quindi con comodo immaginando, almeno da parte mia, una salita da liquidare in poco tempo anche se, al momento, a liquefarci ci pensa la sauna del bosco sull’avvicinamento: stiamo salendo infatti a razzo incrementando il già alto tasso di umidità con i liquidi che perdiamo stile fontana di Trevi riuscendo poi anche a sbagliare la zona dell’attacco, superando il ghiaione dolomitico (anche la montagna sembra farsi gioco di noi!) che scende dal Corno e continuando in salita lungo il sentiero. La deviazione ci riduce a stoccafissi essiccati finchè, escludendo la possibilità di tagliare attraverso la selva oscura, ritorniamo sui nostri passi per poi salire lentamente gli ultimi metri verso l’attacco di Stella Alpina anche se, in tutta sincerità, avrei puntato alla via più impegnativa della parete, occasione che ci avrebbe portato a battere certamente due record: essere i più cretini ad aver mai scalato da queste parti ma, soprattutto, i primi a bivaccare sui Corni di Canzo! [continua]