Valmasino: bocchetta Roma (Sondrio)

lunedì 21 dicembre

RELAZIONE pdf

FOTO

Certe idee non tramontano mai, rimangono lì sospese a mezz’aria in paziente attesa finchè arriva il momento di realizzarle o, almeno, tentare di farlo. Così è anche per il chiodo fisso del sentiero Roma in invernale, progetto che in realtà si va a sommare ad una miriade di altri programmi che potrebbero permettermi di aprire una chioderia! Intanto, mi metto a martellare su questo sfruttando il fatto che, almeno astronomicamente parlando, l’inverno inizia proprio oggi mentre, per il resto, si potrebbe sostenere di essere in ottobre inoltrato! La cosa però potrebbe solo giovare alla buona riuscita dell’impresa e così, in sola compagnia di me stesso, e lasciata l’auto poco oltre Filorera, inizio a camminare su per la strada asfaltata che si srotola verso la Predarossa. Ho soppesato materiale e peso del bagaglio (forse anche più del dovuto) e quindi lo zaino, tutto sommato, non è particolarmente pesante permettendomi di salire con un buon ritmo mentre ripenso al programma dell’impresa. Per oggi, prevedo di arrivare al bivacco Kima o, ad essere veramente bravi, addirittura al Manzi. Domani poi mi aspetterà il resto del percorso fino alla Omio da cui poi dovrei tornare a valle. Mi sono comunque tenuto un terzo giorno a disposizione perchè riuscire a superare il tracciato con un solo pernottamento e una ventina di ore complessive di luce sembra un azzardo un po’ troppo tirato.

Sono quindi immerso nei miei pensieri, azzeccando le poche scorciatoie disponibili, quando un rumore inconfondibile attrae la mia attenzione; faccio in tempo ad accostarmi a bordo strada che un’auto mi supera proseguendo su per la salita. L’idea dell’autostop mi sfiora solo per una frazione di secondi ma sarebbe un tradimento del programma e dell’etica! Di contro, la consapevolezza di non essere l’unico da queste parti mi da un certo senso di sicurezza ma, al contempo, mi infastidisce: se l’automobilista ha le mie stesse intenzioni, sarei il secondo ripetitore del sentiero Roma nell’inverno 2015-2016, una magra consolazione visto che siamo al primo giorno della stagione fredda! [continua]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: