Valmasino: passo di Barbacan (Sondrio)

sabato 20, domenica 21 giugno

RELAZIONE pdf

FOTO

Pare strano affrontare i quasi 1400 metri che portano alla Gianetti senza avere velleità alpinistiche. Eppure questa volta è così: salgo spinto da un diabolico quanto astuto e lungimirante progetto, passare il virus a Micol con la prospettiva di aprire nuovi orizzonti! L’attacco biologico è molto semplice: il caianesimo ha un lungo periodo di incubazione, rimane quieto e senza lasciare traccia per anni e poi, quando esplode, è come una valanga. Ma affinchè tutto funzioni alla perfezione, è necessario partire cautamente: iniziamo quindi col Cevedale per poi passare al Blinnenhorn ma alla fine anche qui alziamo bandiera bianca; non mi è chiaro a chi dare la colpa, se alla neve o al rifugio non ancora aperto, fatto sta che, con un non celato disappunto da parte del sottroscritto, al venerdì sera siamo ancora a decidere dove passare il week end finchè la spunta la Gianetti.

Lasciata quindi l’auto ai Bagni, iniziamo la nostra salita: l’importante è mantenere un ritmo tranquillo e costante. Tiro il freno a mano, blocco il cruise control e mi butto lungo i tornanti che risalgono nel bosco lasciando lavorare tranquillamente il tarlo del caianesimo .

Usciamo dal bosco e superiamo le Termopili: il sentiero continua ad inerpicarsi facendoci guadagnare quota mentre Micol procede ben più rapidamente di quanto avessi pensato. Ma, ovviamente, la ruota non può girare perfettamente: al pianone un vento freddo ci da il benvenuto mentre le cime mostrano il loro lato pudico restando completamente avvolte in uno scialle grigio. Ma non doveva essere bello? Devo smetterla di farmi abbindolare dai modelli matematici! Comunque le sorprese non finiscono qui: un rarissimo esemplare di biker (!) supera gli ultimi ostacoli prima del ponte passandoci accanto mentre lo osserviamo con la bocca spalancata. Forse l’idea visionaria non è poi così balzana come mi poteva essere sembrata all’inizio: fare il sentiero Roma in bici, sempre che non si finisca in una spirale infinita come per il tentativo in invernale! [continua]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: