Archivio per gennaio 11, 2015

Val Seriana: pizzo Coca (Bergamo)

Posted in scialpinismo on gennaio 11, 2015 by fraclimb

domenica 21 dicembre

FOTO

Oggi ho imparato una cosa nuova: ho imparato che oltre agli FF locals esistono anche i caiani locals. Questi ultimi sono forse anche peggio dei primi ma, soprattutto, devono avere necessariamente qualche rotella fuori posto. Almeno in questo, comunque, non si differenziano molto dal sottoscritto; decido infatti la meta solitaria soffermandomi solo sui tempi indicati dalla guida ma è Micol a farmi osservare la potenziale infinita sequela di metri di dislivello che suggeriscono i tempi richiesti! Mi impressiono solo per un momento ma poi proseguo diritto lungo la mia strada.
Lascio quindi l’auto e, dopo circa un’ora e tre quarti, supero il migliaio di metri che mi separa dal rifugio e dall’inizio della neve dopo aver litigato solo con i rami degli alberi che, a tutti i costi, volevano portarsi via gli sci beatamente portati a spasso sulle mie spalle! Finalmente quindi posso concedermi un rapido e meritato riposo: levo lo zaino, do un occhio alla relazione e inforco i legni mentre la coppia di escursionisti da poco superata e con cui ho scambiato due chiacchiere sulle rispettive mete mi raggiunge. “Ma vai spesso?” mi chiede uno dei due con aria di supponenza. Non comprendo granché il senso della richiesta né tanto meno dove voglia arrivare il tipo e quindi ribatto “Dove?” “Al Coca!” è la risposta lanciata come un guanto di sfida. Lo guardo riparato fortunatamente dalla lente scura degli occhiali come per dirgli “ma sei scemo?” e quindi gli rispondo che per me quella è la prima volta al Coca. L’unica “montagna” che mi piace raggiungere più volte è il monte Croce, la collina sopra Como dove vado a fare la corsetta settimanale! Beh, poi a ben vedere c’è la Grignetta e forse anche il Medale ma per ovvi motivi arrampicatori e logistici! [continua]

Annunci

Medale: Mexico e Nuvole (Lecco)

Posted in vie alpinistiche su roccia on gennaio 11, 2015 by fraclimb

venerdì 19 dicembre

RELAZIONE pdf

FOTO

Avevo in mente qualcosa di grandioso ma, in fin dei conti, forse è meglio che sia andata in altro modo. Pensavo ad una puntata ad Arco giusto per sfruttare la guida con le vie oppure a qualche tentativo estremo sulla parte centrale del Medale ma alla fine, causa impegni vari, ci rivolgiamo a qualcosa di più abbordabile anche se ingaggioso.
Avrei scommesso che mi sarei trovato nel deserto dei Tartari e invece già al parcheggio incontriamo due cordate! Poco male: le possibilità che vadano a ficcarsi su Gocce Imperiali dovrebbero essere prossime allo zero, sempre che non si ripeta il film della Boga! L’idea infatti è quella di ripetere la via fatta con Luca e Fabio quando, a dire il vero, il forte climber ci aveva scarrozzati su per la parete. Ci carichiamo quindi con sovrabbondanza di friends e dadi più qualche chiodo, il martello e l’immancabile staffa accompagnata dall’utile cliff che si spera rimanga sempre appeso all’imbraco! Sempre considerando la scommessa oramai persa, i primi tiri della Taveggia sono già occupati da una cordata che, ancora una volta, confido intendano portare a termine dall’inizio alla fine senza alcuna divagazione laterale. Mantengo quindi la dovuta calma, saluto il Michi e inizio a salire. Siamo abbastanza rapidi anche se sul diedro di VI mi cago un po’ nelle mutande: il pattinaggio su ghiaccio non è certo il mio sport e, tanto meno, la scalata sul sapone! Superiamo indenni l’ostacolo (tirando solo qualche chiodo qua e là) e quindi il Michi conduce la cordata davanti la porta della vera avventura. Mentre salgo da secondo, studio il duo che ci precede e che, ovviamente, si è portato su Gocce Imperiali! Il capocordata ha un che di famigliare anche se mi pare molto strano averlo raggiunto e, soprattutto, vederlo con il casco! [continua]