Brentino: IV Sole (Verona)

sabato 18 maggio

RELAZIONE pdf

FOTO

Per sfuggire all’alluvione dobbiamo migrare, spararci decine e decine di chilometri e allontanarci dalla massa d’acqua che imperversa a ripetizione sulle nostre teste. Così, ancora una volta, agenzia-di-viaggi-Cece presenta il depliant dell’uscita di sabato frutto di un lavoro maniacale di visione di centinaia e centinaia di siti meteorologici per scovare un posto in cui poter finalmente scalare un po’. Quindi, viste le premesse e considerando l’autorevolezza della fonte, non mi preoccupo certo della qualità della proposta, limitandomi solo a preparare lo zaino e aggregarmi alla combricola. Ma quando arriviamo al parcheggio, restiamo tutti e quattro un po’ delusi: quella specie di paracarro intasato di erba dovrebbe essere la rinomata parete decantata su diversi siti internet. D’altro canto, finchè non ci infili il naso, non puoi sapere quale sia la puzza reale! Così ci avviamo dentro una specie di foresta amazzonica diretti alla fascia di rocce dove sale IV sole superando prima un ghiaione dolomitico immerso nella boscaglia e utile solo per sfondare scarpe e polpacci e poi alcune roccette che ci conducono alla base della nostra via. Messa da parte ogni pretesa d’avventura, inseguiamo la sequela di spit che ci conduce verso l’alto su lunghezze insignificanti: l’itinerario è di quelli che non lasciano il segno mentre la mia pentola di fagioli inizia a borbottare allegramente. È un po’ come andare ad un banchetto in cui servono pasta al pomodoro e cotoletta con patatine! Se non altro, le previsioni sembrano azzeccate e, oserei direi, fa quasi caldo (almeno le sedie sono comode!). Raggiungiamo così la cengia con un morale piuttosto basso e che si prepara al bangee jumping ma senza elastico. Così, giusto per aggiungere un po’ di pepe (in realtà per un’errata interpretazione di un segnale dovuta alla nebbia che mi vortica in testa a seguito del forte giramento di balle), compio una breve incursione sulla lunghezza di un’altra via prima di accorgermi di dover attraversare ancora verso sinistra mentre l’unico sprone per proseguire è solo la prospettiva di scrivere l’ennesima relazione! [continua]

Una Risposta a “Brentino: IV Sole (Verona)”

  1. Lo “Spigolo del IV sole” è una via che a me ha regalato belle emozioni ed una piacevole arrampicata.
    Certo che io amo Brentino e quindi forse son di parte.
    Consiglio Ladro di Bagdad, XXV Aprile e Simoncelli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: