Buco del Piombo: via incompleta (Como)

mercoledì 03 gennaio

RELAZIONE pdf

Ultimo giorno di ferie e, ovviamente, il tempo fa piuttosto schifo: nebbioso, uggioso e pure col rischio pioggia. Non ho voglia di fare l’ennesima levataccia e così acconsento ben volentieri alla proposta di Luca. D’altro canto l’amico colpiva sul sicuro: è bastato accennare ad una visita ad una papabile nuova falesia che immediatamente mi si drizzano le antenne. Resto comunque un po’ perplesso, perchè pensare che si possa ancora chiodare nella zona del Buco del Piombo mi pare piuttosto fantascientifico ma mi fido dell’intuizione di Luca e inizio a corrergli dietro. Sarà che sto invecchiando o forse che lui ha più tempo per girovagare per monti, fatto sta che ultimamente stargli dietro diventa una mezza impresa e l’unico aiuto che ho è la brevità del percorso che mi permette di non schiattare agonizzante lungo il sentiero. Raggiungiamo così la parete ma ciò che vedo, pur filtrato da una discreta massa di alberi, non mi pare granchè invitante; lascio però ogni commento alla prossima calata dall’alto mentre raggiungiamo la sommità del salto. Fissate le due corde ad altrettanti alberi, iniziamo la discesa nel vuoto: immediatamente l’altro si rivela un inaspettato pozzo delle meraviglie. Le sue fauci spalancate rivelano una roccia di buona qualità e anche gli appigli sembrano sistemati appositamente per scalare. L’unico problema è la pendenza: dalla base alla sommità si uscirà di circa una ventina di metri e probabilmente sotto il 7b/7c qui non c’è nulla! Appena tocchiamo terra mi preoccupo quindi di garantire a noi poveri caiani-mortali che almeno vengano piazzate delle soste intermedie al termine di quello che Luca definisce lo zoccolo. E comunque parliamo di monotiri che saranno sul 6c/7a. Insomma, la zona sembra decisamente interessante!

Visto quindi il successo torniamo sulla sommità per poi raggiungere la zona della cascata: secondo Luca, la fascia sommitale potrebbe essere buona per spittare alcuni monotiri, con l’unico inconveniente di doversi calare dall’alto. [continua]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: