Val Malenco: lago Palù (Sondrio)

martedì 01 gennaio

RELAZIONE pdf

FOTO

La situazione si fa preoccupante. Al cenone del 31 ho ingurgitato crepes farcite, bourguignon e chinoise accompagnate da gustose insalate pera-arancio-uvette-noci; siamo quindi andati a dire addio al 2012 in piazza a Chiesa per poi rientrare a gustare il tradizionale zampone con le lenticchie quindi purè e l’immancabile panettone con la golosa crema di mascarpone. Il tutto senza battere ciglio, come se fosse perfettamente normale ingurgitare una tale mole di cibo e con la sola consapevolezza che la gran quantità di combustibile ingerito dovrà essere smaltita prima possibile. Così, nonostante l’orario personalmente disumano in cui ci infiliamo sotto le coperte, ci accordiamo per una sveglia intorno alle 8. Riesco a tergiversare e sgusciare dal sacco a pelo con mezz’ora di ritardo; lentamente la casa prende vita e non trovo nulla di meglio se non iniziare la nuova giornata con tè e crema di mascarpone a volontà. Cece, Silvia, Vera e Christian sono i più attivi e alla fine riescono ad uscire ad un orario decente per sciare sulle piste. Noi intanto gironzoliamo tra le mura domestiche con Micol che ancora ronfa beata; Maura e Roby optano per una salita con sci e ciaspole verso il lago Palù, mentre Colo e Fra preferiscono restare in casa e prepararsi per il rientro verso la città. Finalmente anche Micol si desta dal letargo e così possiamo confermare i piani per la giornata: smaltire la colazione salendo al Palù mentre per la cena verrà il suo momento!

Sarà che sono in trance per le poche ore dormite, fatto sta che mi sento sufficientemente riposato per spalare un po’ di neve dove decidiamo di lasciare la macchina: tra una storia e l’altra sono quasi le undici e pensare di trovare parcheggio alla partenza della seggiovia di San Giuseppe è quanto meno utopico, così lasciamo l’auto poco distante e ci avviamo con le pelli verso l’imbocco della mulattiera. La pista è ben battuta e tranquillamente entriamo nel bosco incontrando altri escursionisti probabilmente intenti a lasciarsi dietro i postumi del capodanno. Raggiungiamo così con la massima tranquillità il lago: d’altro canto ultimamente Micol ha avuto modo di allenare più il cervello che i muscoli motori e anche la preparazione atletica di Liverpool oramai è solo un lontano ricordo. [continua]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: