Archivio per ottobre 23, 2012

Sasso dei Carbonari: Moss Ruggiero con uscita sulla Piero Gatti (Grigna)

Posted in vie alpinistiche su roccia on ottobre 23, 2012 by fraclimb

sabato 20 ottobre

RELAZIONE.pdf

FOTO

Alla fine riesco a convincere Fabio: dormiremo vicino alla macchina per poi affrontare l’indomani   l’avvicinamento alla parete evitando così di portarci materassino e sacco a pelo fino al Bietti. È talmente umido che dopo pochi minuti il sacco è già bagnato ma non ho modo di soffermarmi più di tanto sulle condizioni della nostra stanza perchè rapidamente cado in un sonno profondo. Dopo una rottura con l’abbraccio di Morfeo e annesso primo svuotamento dell’intestino causa coppia motorizzata che raggiunge l’aspettato desolato parcheggio, il successivo ritorno alla realtà corrisponde alla chiamata ai doveri del caiano: “è ora di alzarsi, sono le 4:30!”. Il cielo è un albero di Natale: milioni di stelle illuminano la volta mentre due frontali penetrano nell’oscurità del bosco. Superiamo il sentiero che oramai conosco quasi come le mie tasche fino ad intrufolarci nella stretta val Cassina e guadagnare la base del Sasso Cavallo intorno alle 7 quando l’oscurità della notte non ha ancora lasciato campo alla luce del sole: non ho mai camminato così a lungo sotto la guida di un fascio luminoso artificiale. Rapidamente imbocchiamo il sentiero verso il rifugio Elisa per poi abbandonarlo appena questo inizia a perdere decisamente quota preferendogli una vaga traccia lungo il prato che scivola dalle pareti del Sasso di Sengg e dei Carbonari. Risaliamo quindi questo susseguirsi di zolle completamente fradice mentre sorrido pensando alla scarsità d’acqua della nostra spedizione che si contrappone allo stato delle scarpe che nemmeno troppo lentamente si stanno inzuppando. Nostro malgrado, ci rendiamo rapidamente conto che sarebbe stato meglio proseguire lungo il sentiero per l’Elisa e poi tagliare in salita verso la parete, risparmiandoci così un’inutile sfacchinata. L’inutile divagazione con annessa perdita di tempo preziosissimo mi lascia precipitare in un momento di totale sconforto: vedo l’obiettivo volatilizzarsi mentre si fa sempre più viva l’idea di un possibile bivacco. [continua]