Ghiacciaio dell’Aletsch e Hangebrucke (Vallese)

sabato 24 settembre

RELAZIONE

FOTO

L’espressione “decidere all’ultimo” calza a pennello con la programmazione del sabato. L’idea è quella di ripetere un’esperienza analoga a quella di circa un anno fa sulla Direttissima in Grignetta, solo che questa volta Alessia, Boris e Magalì vorrebbero restare a dormire al Brioschi. Ma, dal momento che le intenzioni sono cosa diversa dalla realtà, i piani vengono completamente rivoltati come un calzino e così verso le 10 di sera ci troviamo a consultare mappe, carte e guide per scegliere l’itinerario dell’indomani.

In realtà Boris ha già un’idea abbastanza chiara e, ad un tratto, estrae il coniglio dal cappello proponendo la sua meta: l’Aletsch! Una consultazione rapida alla cartina e al prezzo delle funivie e la meta è decisa.

Così sabato superiamo la Nufenen per poi scendere verso Briga e raggiungere la funivia che ci porta 800 metri più in alto, praticamente in linea con la lingua terminale della colata glaciale più lunga delle alpi. Il panorama è quantomeno insolito: al nostro punto d’osservazione numerosi chalet si scaldano ai raggi di un caldo sole autunnale, mentre la tenera erbetta dei pascoli si lascia docilmente accarezzare da una leggera brezza. Poco più in là, invece, è il regno dei ghiacci che vomitano acque lattiginose dalle loro fauci scure. [continua]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: